logo left

logo center

logo right top
logo right bottom

Direttiva pneumatici invernali

28 Feb 2014
Dal 15 novembre sulla maggior parte delle nostre strade sarà obbligatorio circolare avendo a bordo le catene o montando pneumatici invernali, quelli cioè realizzati con mescole "termiche" che si adattano perfettamente alle temperature più basse ed ai fondi sdrucciolevoli o innevati. Lo ha ribadito la direttiva del Ministero dei Trasporti del 16 gennaio sulla circolazione stradale nel periodo invernale. La direttiva mira a dare omogeneità alle diverse prescrizioni delle varie province o regioni: in particolare, individua dal 15 novembre al 15 aprile il periodo dell’obbligo, per autovetture e furgoni, ma non per mezzi pesanti e bus ed esclude le moto in presenza di neve al suolo. La stessa direttiva prevede tra l’altro l’uso degli invernali nel periodo indipendentemente dal fatto che ci sia o meno neve e consiglia di montarli su tutte le ruote a prescindere dalla trazione.

Purtroppo si tratta di una direttiva e non di un obbligo, quindi province e gestori delle strade hanno emanato ordinanze (ben 175!) sugli invernali spesso diverse tra loro ed ispirate ad italica fantasia, costringendo gli utenti ad informarsi caso per caso. Tra l’altro molte ordinanze sono annuali ed altre (70) sono invece permanenti e non tutte sono conformi alla direttiva ministeriale. Orientarsi dunque è difficile: uno dei sistemi più agevoli è utilizzare siti di categoria specializzati come, ad esempio, www.pneumaticisottocontrollo.it.

In Lombardia, già dal 1° novembre è in vigore, per tutti i veicoli, l’obbligo di catene a bordo o di pneumatici invernali su alcuni tratti della rete, più esposti al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio: in particolare, si tratta (sino al 30 aprile 2014) del tratto tra i km 105 e 118 della Statale 42 "Del Tonale e della Mendola" e tra i km 13 e 29 della Statale 39 "Dell’Aprica".

Dal 15 novembre al 15 aprile 2014 l’obbligo sarà in vigore anche sui km 0-13 della Statale 39, dal km 0 della statale 38 dir A "Dello Stelvio", sui km 0-10 della statale 37 "Del Maloja", sui km 97-149 della SS36 "Del Lago di Como e dello Spluga" e dal km 0 del Raccordo Lecco-Valsassina. Infine, l'obbligo sarà in vigore dal 15 novembre al 30 aprile, sui km 0-37 della statale 301 "Del Foscagno". Sulla strada "Del Tonale e della Mendola" dal km 118 al 48 l’obbligo è già in vigore dal 1° ottobre e lo sarà fino al 30 aprile. L’obbligo vige anche sulle principali Autostrade, come la A4, segnalato dai pannelli luminosi e ovunque vi sia segnaletica verticale che lo indichi. Informazioni si trovano poi sul sito www.stradeanas.it/traffico o su tutti gli smartphone e tablet, grazie all’app gratuita VAI Anas Plus. O telefonando al 841-148 Pronto Anas.

Al di là delle ordinanze (e delle sanzioni, che partono da oltre 80 euro) vale la pena di ricordare che, quando la temperatura scende al di sotto dei 7°, le gomme invernali garantiscono una sicurezza nettamente superiore a quelle tradizionali anche sui fondi asciutti, per diventare insuperabili sul bagnato o sulla neve. Le catene garantiscono una buona mobilità soprattutto quando il manto nevoso è di qualche cm, ma limitano la velocità del veicolo e sono inutili sui fondi bagnati: sono quindi da considerare ottimi strumenti di emergenza, mentre le gomme termiche sono la soluzione più efficace.
Informativa Privacy e Cookies
Credits by Link Informatica Web Agency  login

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.